OGLIASTRA TURISMO | Provincia dell'Ogliastra - SARDEGNA


Vai ai contenuti

Menu principale:


Ogliastra Turismo - Le Grotte dell'Ogliastra

ITINERARI

GROTTA TAQUISARA

La meravigliosa Grotta di Taquisara da poco tempo aperta al pubblico, prende nome dal piccolo paesino sottostante , nell'indimenticabile esperienza verrete guidati dalla cooperativa Grotte Taquisara
La grotta situata nella piccola frazione di Taquisara, nel comune di Gairo, nella parte centro orientale della Sardegna, costituisce uno splendido scenario sotterraneo dei Tacchi d'Ogliastra. Ubicata a 150 mt sopra il paese di Gairo Taquisara è raggiungibile sia in macchina che a piedi in circa 10 min. La grotta caratterizzata dall'essere molto attiva consta di diverse sale ognuna con delle particolari concrezioni. Lungo il percorso turistico di circa 700 mt. si potranno ammirare stupende concrezioni: stalattiti e stalagmiti che unendosi formano imponenti colonne, passando dalle colate alle cannule fino alle aragoniti e giungendo alle finissime eccentriche che ci condurranno al rarissimo latte di monte.



GROTTA DEL FICO

La grotta del Fico ha il suo ingresso a 7 m. dal livello del mare nella splendida muraglia calcarea del Golfo di Orosei. Agevoli passerelle permettono di camminare nel letto fossile di un antico fiume sotterraneo e penetrare nel mondo misterioso e affascinante delle grotte. La cavità, situata tra le splendide spiagge di Cala Goloritzè, Ispuligidenie e Cala Biriola, è particolarmente importante per i numerosi sifoni collegati al mare e da cui accedeva la "Foca Monaca" per poi riprodursi nelle spiaggette interne. Colui che dedicò una vita allo studio del mammifero fu Padre Antonio Furreddu, uno dei fondatori della Speleologia isolana. Le più importanti campagne di ricerca mai compiute nell'isola furono condotte dall'esploratore gesuita nel 1957, proprio nella Grotta del Fico lungo la costa di Baunei.

GROTTA SU MARMURI

Questa proposta vi porterà nei misteriosi cunicoli di una terra antica di milioni di anni, nelle voragini nascoste tra i tacchi di Ulassai, per scoprire un mondo unico e affascinante. La grotta “Su Marmuri”, considerata tra le più imponenti d’Europa grazie al suo Km di lunghezza e ad un altezza media di 35 metri. Discesi i 200 scalini dello sprofondamento iniziale, la visita si svolge lungo un comodo sentiero che supera un’infinita serie di vaschette di traboccamento che spesso formano laghetti lungo la parete destra. Molto particolari le numerose concrezioni, le cui dimensioni sono proporzionate a quelle dell’ambiente. Stupisce l’imponenza di alcuni gruppi stalagmitici e delle colate ricche di festoni che pendono dalle mensole delle pareti.

GROTTE URZULEI

Urzulei ha un territorio esteso su tredici chilometri quadrati e il trenta per cento è occupato da potenti bancate di rocce carbonatiche dell'era mesozoica che nascondono un gran numero di grotte. Le rocce carbonatiche vengono dissolte ed erose dalle acque che s'infiltrano nel sottosuolo e creano dei grandi vuoti naturali che si estendono al di sotto di un paesaggio carsico di estrema bellezza.
L'esplorazione e la documentazione delle grotte ad opera degli speleologi iniziò già nei primi anni sessanta e ad oggi nel territorio di Urzulei.
sono conosciute e catalogate più di 200 grotte che costituiscono un'inestimabile ricchezza naturalistica.
Tra le innumerevoli grotte si distinguono per grandezza e importanza la grotta di Su Palu , la grotta di S'Edera e per la profondità e complessità esplorativa la grotta di Su Eni de Istèttai.
Tutte le grotte ad oggi cosciute sono visitabili con attrezzature e tecniche speleologiche e sono meta di speleologi provenienti da tutto il mondo.
Vai alla pagina delle grotte di Urzulei

SU MERACULU

La grotta Su Meraculu è localizzata alle pendici del promontorio roccioso di “Baccu Erettili”, e il canalone di “Baccu Arala” che porta alla suggestiva spiaggia di Cala Sisine, nel territorio del Comune di Baunei.
La grotta ha un andamento planimetrico dalla forma a "y" rovesciata, dello sviluppo complessivo di circa 200 metri. Ovunque si notano numerose e bizzarre formazioni colonnari e stalagmitiche a cavolfiore. Nel salone assai ampio, si aprono altri vani con diverse colonne di notevole purezza, dove si possono notare altre eccentriche concrezioni di stalattiti e stalagmiti che riflettono meravigliosamente la luce.
La sua suggestiva bellezza ne giustifica il nome “
Su Meraculu” che significa appunto il miracolo.
Vai alla pagina della Grotta di

HOME | TERRITORIO | OSPITALITA' | DOVE MANGIARE | PORTI TURISTICI | ITINERARI | CONTATTI TURISTICI | EVENTI | INFO | PHOTO GALLERY | PUBBLICAZIONI | PROCEDIMENTI TURISMO | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu