OGLIASTRA TURISMO | Provincia dell'Ogliastra - SARDEGNA


Vai ai contenuti

Ogliastra Turismo - Rocce Rosse & Blues

EVENTI

FESTIVAL INTERNAZIONALE ROCCE ROSSE & BLUES 2011

Il Comune di Baunei/S. Maria Navarrese e l'Associazione culturale Rocce Rosse & Blues presentano

Rocce Rosse & Blues Festival 2011:
Vent'anni di musica visite guidate, vini pregiati,degustazioni dei prodotti tipici, fascino dei luoghi

9 - 25 agosto 2011 S. MARIA NAVARRESE Piazza Principessa di Navarra ore 22,00

Rocce Rosse & Blues Festival festeggia lo storico traguardo dei vent'anni e fa ritorno a S. Maria Navarrese dopo un lustro. Una edizione speciale per la manifestazione più importante d'Ogliastra che, abbandonato il suggestivo Piazzale degli Scogli Rossi, si trasferisce da quest'anno nella frazione costiera del Comune di Baunei, nella centralissima Piazza Principessa di Navarra, circondata da ulivi millenari. Una piazza bellissima che offre un'atmosfera estiva piacevole e perfetta per il pubblico e gli artisti, circondata dal paese, da pizzerie e ristoranti, ma soprattutto da un paesaggio dalla tipica macchia mediterranea e dalle acque trasparenti del suo piccolo golfo, con l'incantevole porticciolo turistico dal quale partono le imbarcazioni turistiche per permettere di visitare la costa ogliastrina e le splendide calette incontaminate di sabbia marmorea come Cala Goloritzè, Cala Luna, Cala Mariolu o Cala Sisine, tra le più belle spiagge del Mediterraneo.
Il nuovo spazio accoglierà per i prossimi cinque anni gli spettacoli di Rocce Rosse & Blues.
Dal 9 agosto al 25 agosto 2011 saranno 13 gli appuntamenti imperdibili con i grandi protagonisti della musica italiana e mondiale. Una programmazione intensa fino alla fine di agosto, tra gli immancabili spettacoli esilaranti di cabaret, o tra le sonorità blues, world music, musica popolare ricca di contaminazioni con il folk balcanico e tzigano, ska, reggae, o le influenze del rock, del jazz, e della sperimentazione, con i fuoriclasse della scena musicale internazionale e italiana, coinvolti tra melodie suadenti, esotiche o frenetiche e folli, ma soprattutto sotto l'influsso del magico cielo d'Ogliastra.
3 PROGETTI SPECIALI: PRODUZIONI ESCLUSIVE DI ROCCE ROSSE&BLUES Tre i progetti speciali ed esclusivi di questa edizione: un viaggio inedito tra le immortali canzoni dei Queen e le affascinanti sonorità della tradizione popolare italiana.
Il musical,
20th Anniversary Tribute di Mike Moran - "Bar celona and Love Of My Life " con Salvo Bruno . Una coproduzione con Rocce Rosse e Ortomagico: un omaggio ai Queen, band tra le più importanti della scena internazionale che ha venduto oltre 150 milioni di dischi, attraverso il tributo al suo leader e frontman carismatico Freddie Mercury, nel doppio anniversario della sua scomparsa. Un progetto originale nato da un'idea di Toll Ayros, compositore e produttore che collabora da oltre 10 anni insieme a Mike Moran, tra i migliori e più quotati musicisti e produttori del Regno Unito e tra i migliori del mondo che ha diretto e prodotto le più importanti star di tutti i tempi:
E ancora, altri due concerti originali e inediti per Rocce Rosse, traguardo naturale in cui approda il rapporto di amicizia e di tante collaborazioni tra
Toll Ayros, Eugenio Bennato e Tony Esposito. Decine di concerti insieme, partecipazioni in numerose produzioni discografiche. Toll Ayros e Tony Esposito hanno partecipato al Rock in Rio ll ospiti di Gilberto Gil nel 1991, manifestazione storica con la presenza di Prince, Tina Turner, Santana, Lysa Stanfield, Joe Cocker e tantissimi altri artisti.
Programma
Il 9 agosto l'apertura della ventesima edizione del festival è affidata alla prima mondiale della produzione speciale dedicata a Freddie Mercury, uno degli artisti più carismatici di tutti i tempi nel ventennale della sua scomparsa, ideato dal musicista e produttore Toll Ayros e diretta da Mike Moran, il partner più importante della carriera della voce e leader indiscusso dei Queen. Il titolo Barcelona and Love Of My Life, preannuncia uno spettacolo musicale straordinario sulla vita del cantante più famoso del mondo.
Il
10 agosto i Punkreas, la storica punk band più conosciuta in Italia grazie a brani come Il Vicino, Aka toro, Sosta e Canapa che nel 2010 ha festeggiato vent'anni di carrieracon il "Paranoia Domestica Tour".
L'
11 agosto il progetto speciale di Gavino Murgia in coproduzione con Rocce Rosse. Rivive la tradizione nella voce ancestrale dei poeti sardi, nell'antico borgo nell'incantevole paese di Osini Vecchia a Santa Susanna, accompagnati dal coro a tenore di Goinè, da un organettista, 6 suonatori di launeddas e dai prodotti tipici del paese. Un viaggio a ritroso di sessant'anni tra i Muttettus e l'improvvisazione poetica dei Cantadores, quando nelle sere d'estate risuonavano le emozionanti gare poetiche tra versi improvvisati in limba e le voci dei canti a tenore, espressioni straordinarie della tradizione popolare sarda.
Il
12 agosto ritorna la Bandabardò, l'allegra banda fiorentina tutta da ballare e cantare a squarciagola.
Il
13 agosto serata dedicata alla sensualità del flamenco con le note della chitarra travolgente e pulsante, una coproduzione Rocce Rosse e Shannara.
Il
14 agosto la Municipale Balcanica, la nuova realtà italiana della scena internazionale della world music dalla carica travolgente di fiati e sonorità tzigane.
Il
15 agosto l'immancabile appuntamento con la risata è con il " Premio Crepapelle ", il festival-concorso per professionisti emergenti del cabaret, una co-produzione con Rocce Rosse e l'associazione culturale Shannara che compie quest'anno a S. Maria Navarrese il 13° compleanno.
Il
16 e il 17 agosto gli altri due progetti speciali prodotti da Rocce Rosse, ideati e diretti sempre da Toll Ayros (ha prodotto Freddie Mercury, Queen, Stevie Wonder, Paul McCartney, Sir Laurence Olivier, Rod Stewart, Ringo Star, Sir Cliff Richard, Placido Domingos, Josè Carreras e tantissimi altri) che vedono al centro due grandi protagonisti della musica popolare nazionale: il grande Tony Esposito , tra i primi artisti italiani a oltrepassare i confini portandosi alla notorietà internazionale con l'album Kalimba De Luna, con oltre 15 milioni di copie vendute; e il giorno dopo Eugenio Bennato che propone il suo Taranta Power , un percorso musicale che affonda le radici nella tradizione popolare con un repertorio che si avvale di tecniche strumenti musicali legati al ritmo della taranta.
Il
19 agosto ritorna la PFM, la rock band italiana che dal 1971 ha scritto la storia del progressive in Italia insieme ai gruppi storici degli anni '70.
Il
21 agosto il combat-rock e le coinvolgenti ballate folk dei Modena City Ramblers, la formazione emiliana che festeggia insieme a Rocce Rosse il suo ventesimo anno di vita. Una irresistibile patchanka celtica in cui il punk, l'elettronica, il dub, il reggae, i ritmi africani, latini e balcanici si innestano nella originaria componente folk e popolare in maniera personale ed innovativa, definendo un nuovo "Ramblers-style".
Il
23 agosto i Khorakhanè, ilgruppo rivelazione del 2007 al 57° Festival di Sanremo, 2° premio della critica nella sezione giovani, premio MEI come miglior gruppo 2007 Indie POP e molti altri riconoscimenti;
Il
24 agosto l'alternative rock livido e distorto dei Marlene Kuntz, il gruppo originario di Cuneo emerso sulla scena italiana nei primi anni '90 e diventato band di culto.
Il
25 agosto ultima data con il soul-jazz caldo della voce profonda, sensuale, limpida e sicura di Mario Biondi, organizzata da RR&B in co-produzione con Spettacoli& Musica. L'artista siciliano dalla voce "black", insieme alla consolidata band, composta da musicisti e solisti di primo piano, coinvolgerà ancora una volta gli spettatori in un excursus dei suoi più grandi successi, riproponendoli in una chiave nuova e particolare.
Un calendario che riconferma come sempre l'eccellenza delle scelte artistiche e pone anche in questa edizione i presupposti per una rassegna esplosiva, come quella dello
scorso anno che ha visto una straordinaria affluenza di pubblico che ha superato le 12.000 presenze, accorse da tutta l'isola, dal mare, dall'Italia, dall'Europa, per poter ascoltare l'ottima musica del festival nello scenario suggestivo dell'Ogliastra con le sue incantevoli spiagge e le caratteristiche rocce rosse. Un paesaggio ormai noto in tutto il mondo per la sua bellezza grazie anche alla "dimensione d'uomo" del festival e del luogo, in cui lasciarsi avvolgere dalla musica, dal calore dell'ospitalità degli abitanti e dalla scenografia naturale e mozzafiato del posto. Rocce Rosse in stretta sinergia con gli operatori del turismo del territorio diventa sempre più un fondamentale veicolo culturale e turistico per far apprezzare e conoscere al contempo l'incantevole paesaggio dell'Ogliastra, tra visite guidate, piatti caratteristici, vini pregiati, degustazioni dei prodotti tipici, e fascino dei luoghi. Anche quest'anno la direzione artistica di Tito Loi ha puntato su una varietà di proposte importanti e alla portata di tutte le tasche ma anche accessibile a tutte le età e ai più svariati gusti musicali, come sempre un'ottima carta vincente. Il Festival Internazionale Rocce Rosse rivela così anche stavolta il suo straordinario eclettismo e la sua grande attitudine a cambiare in continuazione, a rinnovarsi, in linea con la sua pulsione a fare cose sempre un po' diverse, tra sorpresa e novità.
La manifestazione è organizzata dall'amministrazione comunale di Baunei/S. Maria Navarrese e dall'associazione Rocce Rosse, con il patrocinio dell'Assessorato al Turismo e Promozione del territorio della Provincia Ogliastra, in stretta sinergia con gli operatori turistici del territorio ogliastrino.
I biglietti per i concerti viaggiano su cifre molto contenute. I costi variano da un minimo di 5E a un massimo di 25E (più diritti di prevendita).Tutti ibiglietti sono disponibili in prevendita da domani presso il circuito Green Ticket.
Info: www.roccerosse.it

schede

agostoTRIBUTO A FREDDIE MERCU RY - Barcelona and Love Of My Life
Barcelona and Love Of My Life 20t Anniversary Tribute, di Mike Moran con Salvo Bruno . A vent'anni dalla sua scomparsa Freddie Mercury resta interprete e autore senza tempo, per sempre. Uno s pettacolo musicale sulla vita del cantante che ha lasciato un segno indelebile nella storia del rock mondiale per questa produzione speciale di Rocce Rosse & Blues 2011 che nel suo ventesimo anniversario fa omaggio a Freddie Mercury nel ventennale della sua scomparsa.
Alla fine degli anni ottanta, l'album
Barcelona , titolo del brano omonimo dei Queen e inno ufficiale delle
Olimpiadi del 1992 in Spagna, segna una svolta epocale che sovverte i canoni degli stili e dei generi musicali, fondendo, tra questi, la musica lirica, grazie alla partecipazione di Montserrat Caballè, con il rock, la musica sinfonica e la musica pop-adult-contemporary. Ma
Barcelona corona anche le aspirazioni di Freddie Mercury, prima che il terribile male lo porti via. Mike Moran, storico produttore di Freddie Mercury, è anche autore insieme al leggendario cantante di tutti i brani, di cui due canzoni hanno i testi di Sir Tim Rice, il famosissimo autore di Jesus Christ Super Star.
Mike Moran e Toll Ayros, attuali soci in arte da oltre dieci anni, sono fondatori dell'International Committee per le commemorazioni del ventennale. Hanno sempre desiderato realizzare uno spettacolo con Salvo Bruno che dal 1992 interpreta la voce dei Queen in giro per l'Europa, senza alcuna pretesa di somiglianze fisiche, ma con una voce bellissima e poderosa, il cui timbro fa rivivere Freddie Mercury sul palco ad una platea che ogni volta resta attonita per le qualità di questo impeccabile artista.
Toll Ayros ha individuato così in Salvo Bruno il protagonista ideale per realizzare questo progetto che a partire dalla produzione di Rocce Rosse & Blues sarà esibito nei palchi di tutto il mondo durante l'anno delle commemorazioni del ventesimo anniversario della scomparsa del grande Mercury e portato nei teatri più importanti in questa versione completa con Back Vocals e coreografie.
Salvo Bruno, cantante attore; Corpo di Ballo Ortomagico - Back Vocalists - Attori; Mike Moran quintet con Mike Moran al Piano, Allan Rogers, tastiere, Joe De Marco, bass and guitar bass, Frederic Luongo, guitar, Hugo Rodolico, drums con la partecipazione del soprano Nina Monaco. Regia di Moreno Ferrari; scenografia Eros Paradisi; soreografie Moreno Ferrari; direzione artistica di Toll Ayros; produzione: Ortomagico Produzioni, Rocce Rosse & Blues; produzione esecutiva Harmonia A.C.
Biglietto: E5,00 (più diritti di prevendita)
agostoPUNKREAS
Lapunk band più famosa in Italia grazie a brani come Il Vicino, Aka toro, Sosta e Canapa che nel 2010 ha festeggiato vent'anni di carrieracon il "Paranoia Domestica Tour". Le sonorità grezze e potenti punk, reggae, ska, rock unite alla grande creatività nei testi e alla forza trascinante dei loro live fanno di questo quintetto dell'area milanese una delle band più note nel panorama punk nazionale sin dal 1992, anno d'esordio. Una delle caratteristiche principali della band è la costanza e la solidità: in 20 anni caratterizzati da continui tour, la line up ha subito due soli cambi ed i Punkreas hanno prodotto in media un album ogni due anni. Attualmente la formazione è composta da Cippa (voce), Flaco (chitarra elettrica), Paletta (basso elettrico), Noyse (chitarra elettrica), e Gagno che ha sostituito il precedente batterista Mastino. Tra le loro collaborazioni il premio Nobel Dario Fo, gli spagnoliSka-P con cui hanno condiviso il palco più volte, Vallanzaska, Tre Allegri Ragazzi Morti.
Biglietto: E5,00 (più diritti di prevendita)
agostoBANDABARDÒ
L'allegra banda fiorentina guidata da Erriquez.Il loro neverending tour riempie ovunque le arene, gli anfiteatri, gli spazi all'aperto tra solarità, salti e poesianel tipico intreccio di leggerezza e spessore delle loro canzoni. Erriquez (Voci, chitarra acustica ritmica), Finaz (Chitarra virtuosa e solitaria, cori), Don Bachi (contrabbasso, basso), Orla (chitarra elettrica, tastierine), Nuto (batteria), Ramon (percussioni, tromba e voci), Cantax (tecnico del suono): ovvero pura energia a suon di patchanka, musica da strada, da quella Rai allo ska, dal reggae al rock alla bossanova. Dopo la pubblicazione nel 2008 di "Ottavio" (On the Road Music Factory) nell'aprile del 2010 è uscito il loro nuovo CD " Allegro ma non troppo ", in vendita anche in tutte le edicole italiane in allegato alla rivista XL/L'Espresso. Una nuova festa dal vivo da ballare, cantare: un inno che resiste nelle top ten dei dischi più venduti in Italia.
Biglietto: E 10,00 (più diritti prevendita).
agostoMUNICIPALE BALCANICA
La giovane ma già affermata banda italiana in una una vivace e profonda sintesi tra sonorità world music e quelle più radicali e calde della sua terra d'origine, la Puglia, nel Sud Italia.Dalle musiche per matrimoni e funerali dei Balcani, alla tradizione bandistica del sud Italia, dall'improvvisazione jazz ai ritmi delle cerimonie dei dervisci in Macedonia.Fondatanel 2003 da Nico Marziale, Paolo Scagliola e Raffaele Piccolomini dopo una consistente attività live (circa 200 concerti) pubblica il primo disco"Fòua" nel 2005 con l'etichetta italiana Ethnoworld. Il disco diventa subito conosciutissimo non solo in Italia ma anche e soprattutto all'estero dove le reinterpretazioni di alcuni celebri pezzi della tradizione yiddish hanno reso la Municipale una nuova realtà della scena internazionale della world music. La stessa prestigiosa rivista internazionale Folk World, valuterà l' "Hava Nagila" della MB come "una delle migliori interpretazioni ascoltate tra le migliaia degli ultimi trent'anni". Nel 2006 la MB si assesta nella sua formazione definitiva, e continua ad accrescere la sua credibilità soprattutto grazie alle sue travolgenti prove dal vivo, entusiasmando sia i sofisticati festival Jazz che gli scatenati raduni Folk o Rock, tra Italia, Germania, Francia, Olanda, Portogallo, Austria, Turchia, Bulgaria, Slovenia, Polonia con i patrocini degli Istituti italiani di Cultura e dell'Unione europea. Nel 2008 dopo circa 400 concerti, evolvendo il suo suono senza snaturarsi, la Municipale Balcanica pubblica Road To Damascus per l'etichetta Felmay (Egea distr.) con la collaborazione di Antonio Porcelli(Live prod. Caparezza), un prodotto fatto di pochi, irrinunciabili, brani tradizionali e tanti altri pezzi originali, alcuni più radicati e dal sapore classico, altri che hanno la forma più coraggiosa della sperimentazione. Il disco apprezzato dalla critica ha suscitato in italia soprattutto nella storica rivista il Mucchio un forte interesse comprovato da un articolo cartaceo, una intervista su fuori da Mucchio ed un articolo su un'altra rivista del gruppo editoriale dai quali citiamo: "C'e un potenziale di successo enorme qui dentro e sarebbe un vero peccato non crederci" (Eddy Cilìa Audio Review Febbraio 2009);" mettendo oltretutto in luce una brillantezza, un'ispirazione ed una classe non a caso apprezzate anche fuori dai confini " (Il Mucchio Febbraio 2009). Nel 2009 la Municipale collaborando con l'ambasciatore italiano in Turchia e con l'istituto italiano di Ankara, ha tenuto tre concerti nella capitale turca. Nel 2010 MB ha re iniziato il progetto "Tra Sponde" che vede l'incontro-scontro sul palco con La Kocani Orkestar esibendosi a Tavagnasco Rock Festival, Ravenna Jazz, Berlin Jazz Fest, Foggia Teatro del fuoco and Piglia Sounds.
LINE UP: Armando Giusti: alto sax, Michele de Lucia: clarinet, Nico Marziale: percussion, Raffaele Piccolomini: tenor sax, Giorgio Rutigliano: electric bass, Paolo Scagliola: trumpet, Luigi Sgaramella: drums e Raffaele Tedeschi: electric guitar.
Biglietto: E5,00 (più diritti di prevendita)
agostoTONY ESPOSITO
Il progetto speciale ideato da Toll Ayros per Rocce Rosse con, tra i primi artisti italiani a oltrepassare i confini portandosi alla notorietà internazionale con l'albumKalimba De Luna, oltre 15 milioni di copie vendute.La sua ricerca musicale lo fa approdare in tutti i luoghi dove l'eterno linguaggio musicale e artistico rappresenta l'implicita comprensionetra i loro popoli.Espressione corporale e musica, integrati nel linguaggio primordiale delle percussioni.Il messaggio di Tony Esposito, attraverso la sua musica, insegue la giustizia sociale con le sue campagne benefiche universali e la più recentea favore del Darfur.
Bigliett o: E10,00 (più diritti di prevendita)
agostoEUGENIO BENNATO - Taranta Power
Con Ezio Lambiase (chitarra classica e elettrica), Mohammed Ezzaime El Alaoui (voce), Walter Vivarelli (percussioni), Stefano Simonetta (basso) Sonia Totaro (vocalist). Un concerto di grande impatto emotivo, quello proposto da Eugenio Bennato, fondatore della Nuova Compagnia di Canto Popolare, di Musicanova e Taranta Power, ormai celebre e conclamato movimento musicale italiano. Eugenio Bennato propone un percorso musicale che affonda le radici nella tradizione popolare con un repertorio che si avvale di tecniche strumenti musicali legati al ritmo della taranta, come la chitarra battente, il tamburello e la mandola, strumenti che cedono i loro particolari timbri alle realizzazioni in più generi musicali contemporanei. Il concerto, formato da un organico di sei elementi, propone anche composizioni rivolte ad un contesto storico di grande attualità, qual è quello del Brigantaggio, a cui Eugenio Bennato insieme a Carlo D¹Angiò dedicò il suo celebre inno (Brigante se more, 1979) e che a trent¹anni di distanza viene reinterpretato insieme a toccanti brani inediti scritti in memoria di alcuni combattivi briganti di fine Ottocento quali Ninco Nanco, Carmine Crocco e Michelina De Cesare, personaggi la cui storia può essere scoperta e letta attraverso il libro "Brigante se more" di Eugenio Bennato pubblicato il 27 ottobre 2010 e in distribuzione in tutte le librerie d'Italia. Storie di briganti che presto potranno essere ascoltate sul nuovo lavoro discografico di prossima uscita.
Biglietto: E10,00 (più diritti di prevendita)
agostoPFM
La straordinaria rock band italiana che dal 1971 ha scritto la storia del progressive in Italia insieme ai gruppi storici degli anni '70. Dopo la storica reunion della band avvenuta nel 2003, Franco Mussida, chitarra e voce, Franz Di Cioccio batteria, percussioni e voce, Patrick Djivas al basso, insieme all'amico storico Gianluca Tavaglini (organo Hammond e tastiere) e Lucio Fabbri (violinista, chitarrista, tastierista), faranno tappa con la loro tournèe mondiale anche nel piazzale delle Rocce Rosse di Arbatax alle ore 22,00 con lo spettacolo "PFM canta De Andrè" e una scaletta eccezionale. Un grande concerto che la band cominciò a portare in tour nel 2004 quale tributo al cantautore genovese, in occasione del venticinquesimo anniversario del leggendario tour della PFM realizzata nel 1979 insieme all'amico Faber, e dal quale fu tratto un doppio album dal vivo "Fabrizio De Andrè/PFM in concerto vol. 1 e 2". La band intratterrà per due ore e più il pubblico per ripercorrerei loro successi classici che negli anni Settanta avevano conquistato l'America e l'Europa, ma soprattutto i brani dedicati al caro amico Faber, scomparso dieci anni fa. Il 13 gennaio del 1979 infatti Fabrizio De André tenne uno storico concerto al Teatro Tenda di Firenze. Quel tour, che si avvaleva della presenza e degli arrangiamenti della Premiata Forneria Marconi, fu un successo clamoroso. Quello spettacolo diventò poi un doppio album, ancora oggi pietra miliare nella discografia della canzone d'autore italiana. Dopo trent'anni anni, i tre della PFM, autori di brani intramontabili come Impressioni di settembre, La carrozza di Hans, o Suonare suonare e Come ti va, precursori del grande rock italiano degli anni successivi, dalle grandi avventure trascorse con i grandi De Andrè e Mauro Pagani, ritornano in Sardegna in piena forma con gli arrangiamenti originali delle canzoni più significative di quell'evento.
Biglietto: E20,00 (più diritti di prevendita)
agostoMODENA CITY RAMBLERS
I Modena City Ramblers nascono nel 1991 come gruppo di folk irlandese. Nel 1993 incidono il loro primo demotape, oggi introvabile: Combat Folk. Nel marzo 1994 esce il loro primo album, Riportando tutto a casa, per l'etichetta indipendente romana Helter Skelter; il disco viene ripubblicato nel novembre dello stesso anno dalla Blackout-Mercury. Nel marzo 1996 arriva nei negozi il secondo album, La grande famiglia, in cui il folk suonato con attitudine punk si contamina con il rock. Nel settembre del 1997 esce il terzo album, Terra e libertà, mentre il gruppo continua un'intensa attività dal vivo.A novembre 1998 i Modena City Ramblers realizzano Raccolti, album dal vivo completamente acustico registrato in un pub emiliano. L'album seguente, Fuori campo, è pronto all'inizio dell'estate del 1999. Dopo un rimaneggiamento nella formazione si tiene il tour "Gang City Ramblers", assieme ai Gang, seguito dall'uscita dell'album Radio Rebelde. Dopo Modena City Remix e Viva La Vida, Muera La Muerte (2003 e 2004) nel 2005 i Modena City Ramblers pubblicano Appunti Partigiani: poco dopo il cantante Stefano "Cisco" Bellotti, cantante dei Modena City Ramblers, lascia il gruppo, che decide di tornare, ad una originale formazione a doppio vocalist, come ai suoi inizi.I nuovi elementi sono Davide "Dudu" Morandi e Betty Vezzani, e con loro il gruppo riprende l'attività live. Il nuovo disco, Dopo Il Lungo Inverno, è pubblicato nel novembre 2006. Da marzo 2006 i Ramblers riprendono i concerti, dapprima nei club, poi nelle piazze italiane. Nell'ottobre del 2007 muore in un incidente stradale il chitarrista del gruppo, Luca Giacometti.
Bella Ciao - Italia Combat Folk for The Masses, sorta di best of con brani riarrangiati pensato per il mercato estero, esce nel 2008. Nel 2011 esce invece il nuovo lavoro, Sul Tetto Del Mondo, a vent'anni dalla formazione del gruppo.
Biglietto: E10,00 (più diritti di prevendita)
agostoKHORAKHANÈ
Il jazz. La musica classica. Il rock. Il cantautorato. Tutte queste esperienze vivono nel progetto Khorakanè, il gruppo composto da Fabrizio Coveri (voce), Luca Medri (pianoforte, tastiere e fisarmonica), Matteo Scheda(chitarre), Pier David Fanti (batteria), Gioele Sindona (violino) e dal maestro Giuseppe Zanca, che partecipa come arrangiatore e direttore musicale. Quando nascono nel 2001, intrecciando le loro strade, scelgono come nome il titolo di una canzone scritta da Fabrizio De André e Ivano Fossati: canzone programmatica, perché i Khorakhanè nascono come tribute band e perché il progetto nasce all'insegna dell'impegno sociale. I brani di De Andrè, i concerti nei teatri, nelle più importanti rassegne nazionali e internazionali di musica, i viaggi in Polonia e Svizzera sono la gavetta dei Khorakhanè che nel 2002, nel corso di una manifestazione a Cesana, incontrano sulla loro strada Dario Fo e lo accompagnano in uno dei suoi monologhi. Con il tempo l'ensemble sente sempre più stretto il ruolo di semplice tribute band e prova a camminare con i propri brani, proposti al concorso Ritmi Globali Europei di Treviso o al premio Augusto Daolio di Sulmona, ma anche collaborando con Ricky Gianco, che affiancano in diversi brani tra cui quel "Navigare" inedito composto proprio con De Andrè.Intanto nascono anche molti altri progetti, come gli spettacoli teatrali "Amico Fragile" e "Com'È Che Non Riesci Più A Volare", realizzati in collaborazione con il Metters Studio di Cesena. Il primo tentativo di una produzione discografica avviene nel 2004, con "Demo Khorakhanè", cinque pezzi di impegno e cantautorato raffinato che guardano sempre all'esempio di De Andrè seguiti l'anno successivo da un CD per un progetto di solidarietà ("Cantalex Cantafaber" patrocinato dalla Fondazione Fabrizio De Andrè e da Dori Ghezzi per aiutare Padre Giovanni Querzani ad aprire una scuola in Congo). Poi, dopo la partecipazione al XVI Festival di San Marino che apre loro il palco del Tim Tour arriva anche la prima chiamata a Sanremo: è Amedeo Minghi, che li ha conosciuti in occasione di "Amico Fragile" a presentarli a Sanremo 2006, dove però la loro "Karim" passa quasi inosservata dai più. Però intanto è nato un altro sodalizio, quello appunto con Minghi, costruito su stima e simpatia reciproche, e nel 2007 tornano all'Ariston con "La Ballata Di Gino" con cui si classificano al secondo posto nel premio della critica. Poco dopo esce anche il loro primo album, sempre intitolato "La Ballata Di Gino".
Biglietto: E5,00 (più diritti di prevendita)
agostoMARLENE KUNTZ
Il gruppo piemontese (Cristiano Godano, voce e chitarra, Riccardo Tesio, chitarra, Luca Bercia, batteria), si forma nel 1992 a Cuneo. Dopo diversi demo, esordisce nel '94 con il primo album CATARTICA. Ad esso fanno seguito IL VILE (1996), il minialbum COME DI SDEGNO (1998) e HO UCCISO PARANOIA (1999), pubblicato in versione singola e con un cd aggiuntivo intitolato SPORE. Nello stesso anno esce il live H.U.P. LIVE IN CATHARSIS, primo lavoro per Sonica factory/Edel, mentre i precedenti sono stati pubblicati da CPI/Mercury.Nel 2000 il gruppo, pur lavorando sempre con la Sonica, viene distribuito dalla Virgin e pubblica CHE COSA VEDI, cui partecipa in un brano anche Skin degli Skunk Anansie.La quinta prova del gruppo cuneese esce nei primi mesi del 2003: si intitola SENZA PESO e viene registrata nel 2002 a Berlino con la produzione di Rob Ellis e Head, già collaboratori di PJ Harvey.Nel 2004 pubblicano l'Ep "Fingendo la poesia", che contiene per la prima volta due cover, di Mina e Paolo Conte.Ad inizio 2005 i MK annunciano la separazione dal bassista Dan Solo (che aveva sostituito Gianluca Viano, presente solo nel primo disco del gruppo). Il nuovo disco, "Bianco Sporco", esce nel marzo 2005, e viene autoprodotto dal gruppo, che per l'occasione ha incorporato in studio come bassista Gianni Maroccolo (CSI, PGR). I Marlene partono in tour, e alla fine dell'anno partecipano a "Storytellers" di MTV con un nuovo spettacolo, basato principalmente sul repertorio più lento. Questo spettacolo diventa prima un tour, denominato "S-Low" e in giro nei primi mesi del 2006, quindi un CD dal vivo, ed un DVD, che documenta l'esibizione a "Storytellers".Dopo un anno arriva "Uno" nuovo disco di studio: prodotto da Gianni Maroccolo, vanta anche alcuni ospiti di prestigio come Paolo Conte e Greg Cohen. La band inizia il suo primmo tour teatrale nella primavera 2008; in contemporanea esce anche il primo libro di Cristiano Godano, la raccolta di racconti "I vivi". Dopo alcuni concerti nel 2009, nel settembre vede la luce Beautiful, progetto parallelo inciso assieme a Gianni Maroccolo ed Howie B. Il DJ produce anche RICOVERI VIRTUALI E SEXY SOLITUDINI, nuovo disco di inediti della band che esce nel novembre dello stesso anno.Si intitola "Ricoveri virtuali e sexy solitudini" il nuovo album, uscito a novembre 2010. Il compito di presentare al pubblico l'ottavo album della band piemontese è stato affidato al singolo "Paolo anima salva", programmato dalle principali radio.
Biglietto: E15,00 (più diritti di prevendita)
agostoMARIO BIONDI
Mario Biondi, all'anagrafe Mario Ranno, ha coltivato con cura e pazienza la sua passione musicale, a partire dagli ascolti fatti già in tenerissima età accanto al padre cantante, Stefano Biondi, inricordo del quale Mario ha assunto l'attuale nome d'arte. Tante diversissime esperienze sono valse a formare il grande artista d'oggi: dai cori in chiesa ai turni nelle sale di registrazione per etichette di nicchia, senza trascurare lo studio e il perfezionamento della lingua inglese, lui, catanese per nascita e per indole. Appassionato di musica soul, dal 1988 apre alcuni concerti di interpreti ed autori del panorama internazionale, primo tra tutti Ray Charles. Ma l'opportunità più grande gli si prospetta con la pubblicazione in Giappone del singolo "This is what you are", che rimbalza sulla consolle di Norman Jay, celebre dj della BBC1, che - innamorato del pezzo - lo rilancia per tutta Europa. Nel 2006 esce per Schema il primo album, "Handful of Soul". Il disco si articola in 12 brani, alcuni inediti ed altri tratti dal repertorio classico: una scelta accurata dalla quale Mario ha escluso gli standard più frequentati. L'esordio è accolto subito con grande calore dal pubblico tanto quanto dagli addetti ai lavori così da conquistare ben quattro dischi di platino in pochi mesi. Nello stesso anno Mario partecipa ad Alex - Tributo ad Alex Baroni con la canzone L'amore ha sempre fame. Il 2007 è un anno particolarmente intenso per Biondi e lo vede impegnato su più progetti d'ampio respiro: partecipa al festival di Sanremo nelle vesti di ospite big duettando con Amalia Grè nella canzone in concorso Amami per sempre. Poco dopo pubblica il singolo No matter, in collaborazione con DJ Fargetta. E sempre di quest'anno è la pubblicazione del doppio live I love you more, nel quale Mario canta affiancato dalla Duke Orkestra. Anche questo nuovo album si rivela presto un successo discografico, conseguendo 2 dischi di platino. Il lavoro include la ghost track This is what you are, uno dei brani più amati del repertorio dell'artista catanese. Il 2008 apre una nuova, divertente prospettiva: l'interpretazione di due brani della colonna sonora del rifacimento del grande classico disneyano del cinema d'animazione Gli Aristogatti: le canzoni Everybody wants to be a cat ("Tutti quanti voglion fare il jazz", nella versione italiana) e Thomas O'Malley ("Romeo il gatto del Colosseo"). E' di quest'anno la partecipazione a trasmissioni televisive tra le più seguite: "Mai dire Martedì" con la Gialappa's band e - su invito di uno dei più grandi compositori del XX secolo, Burt Bacharach - una nuova partecipazione sanremese in duo con Karima Ammar nella canzone Come in ogni ora. Mario duetta inoltre con Renato Zero nel brano Non smetterei più, incluso in Presente, ultimo album di inediti dell'artista romano. If, pubblicato nel 2009, è il secondo album di inediti di Mario Biondi, lavoro che inaugura la collaborazione con la sua nuova etichetta, Tattica. Il disco, registrato tra Roma e Rio de Janeiro e anticipato in radio dal singolo Be lonely, canzone che vanta una permanenza di mesi nell'air-play dei maggiori network nazionali, si caratterizza per il respiro internazionale del progetto artistico e della produzione, avvalorati dal prezioso contributo degli archi registrati a Londra dalla Telefilmonic Orchestra London e da musicisti tra i più affermati del panorama mondiale. If consacra Mario Biondi al grande pubblico e si traduce in un nuovo successo di vendita, vincendo 3 dischi di platino e raggiungendo - con la pubblicazione in digitale (distribuzione Kiver / Tattica) - un vero e proprio record di permanenza in classifica iTunes: per oltre 2 mesi risulta infatti tra i dieci album più venduti dal primo canale digitale italiano. Mario torna a vestire i panni del doppiatore di personaggi d'animazione e di interprete delle loro canzoni nell'autunno 2010, con la partecipazione al film disneyano Rapunzel - l'intreccio della torre, in cui presta la sua voce al brigante dal cuore tenero Uncino, e ancora nell'aprile 2011, diventando il cattivissimo pappagallo Miguel nel film Rio. Il 26 novembre 2010 esce per Tattica il doppio live Yes, you, una testimonianza del tour estivo che Biondi ha portato sui maggiori palchi italiani, registrando il tutto esaurito. Il 21 maggio 2011, per i suoi 40 anni, Biondi ha inaugurato al Gran Teatro di Roma il nuovo Tour, con la Big Orchestra da 40 elementi.
Biglietto: E25,00 (più diritti di prevendita)
Prevendita biglietti: Biglietti disponibili presso il Circuito Green Ticket. A tutti i prezzi dei biglietti si aggiungono anche i diritti di prevendita.
Info: www.roccerosse.it



HOME | TERRITORIO | DOVE DORMIRE | DOVE MANGIARE | PORTI TURISTICI | ITINERARI | SERVIZI AL TURISMO | EVENTI | INFO | PHOTO GALLERY | PUBBLICAZIONI | UTILITY-MODULISTICA | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu