OGLIASTRA TURISMO | Provincia dell'Ogliastra - SARDEGNA


Vai ai contenuti

Classificazione Turismo rurale

PROCEDIMENTI TURISMO > CLASSIFICAZIONE STRUTTURE RICETTIVE

ALLOGGI TURISTICO RURALI

Dove rivolgersi

-
Comune nel cui territorio si trova la struttura ricettiva

- Servizio Turismo della Provincia Ogliastra
Via Mameli n. 22 – 08048 Tortolì
Tel. 0782 600900 – Fax 0782600920
Mail:
[email protected] - [email protected]

Per turismo rurale s’intende quel complesso di attività di ricezione, di ristorazione, di organizzazione del tempo libero e di prestazione di ogni altro servizio finalizzato alla fruizione turistica dei beni naturalistici, ambientali e culturali del territorio rurale extraurbano.
L’attività di turismo rurale deve essere svolta nel rispetto delle seguenti condizioni:- offerta di ricezione e ristorazione esercitata in fabbricati rurali già esistenti ovvero nei punti di ristoro di cui all’articolo 10 delle direttive per le zone agricole, adottate dalla Regione Sardegna in attuazione della legge regionale 22 dicembre 1989, n. 45, e successive modifiche ed integrazioni, da realizzarsi, secondo le tipologie edificatorie rurali locali, nelle aree extra urbane agricole come individuate nel piano urbanistico comunale;- ristorazione con pietanze tipiche della gastronomia regionale, preparate in prevalenza con l’impiego di materie prime di produzione locale;- allestimento degli ambienti con arredi caratteristici delle tradizioni locali ed in particolare della cultura rurale della zona.
Possono svolgere attività di turismo rurale i seguenti operatori:- gestori di strutture ricettive alberghiere e di ristorazione, singoli o associati, autorizzati all’esercizio dell’attività ai sensi delle vigenti leggi nazionali e regionali e iscritti negli appositi registri delle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura;- gestori di servizi di organizzazione e di supporto delle attività sportive all’aria aperta e del tempo libero, iscritti negli appositi albi professionali e negli specifici registri delle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura.I soggetti che intendono praticare l’attività di turismo rurale possono accedere agli interventi creditizi previsti dalla legge regionale 14 settembre 1993, n. 40 “Interventi creditizi a favore dell’industria turistica”.
Le attività di turismo rurale possono essere svolte con le seguenti tipologie:- esercizi alberghieri, di cui alla legge regionale 14 maggio 1984, n.22 e successive modifiche e integrazioni;- esercizi di ristorazione per la somministrazione di pasti e bevande, di cui alla legge 25 agosto 1991, n. 287 e successive modificazioni e integrazioni;- esercizi per la gestione di servizi di organizzazione e supporto alle attività didattiche all’aria aperta e per il tempo libero.
La sistemazione dei fabbricati rurali già esistenti e destinati al turismo rurale può avvenire laddove necessario, attraverso interventi di restauro, adeguamento o ristrutturazione edilizia.
Gli interventi di ristrutturazione edilizia devono essere effettuati nel rispetto delle caratteristiche degli edifici, conservandone l’aspetto complessivo e i singoli elementi architettonici, sulla base delle indicazioni esecutive del piano urbanistico comunale.
La realizzazione dei punti di ristoro deve avvenire in armonia con il contesto paesistico-territoriale e nel rispetto delle tipologie edificatorie rurali tipiche del luogo.


HOME | TERRITORIO | DOVE DORMIRE | DOVE MANGIARE | PORTI TURISTICI | ITINERARI | SERVIZI AL TURISMO | EVENTI | INFO | PHOTO GALLERY | PUBBLICAZIONI | PROCEDIMENTI TURISMO | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu